le notizie che fanno testo, dal 2010

Draghi e la stabilità monetaria. A partire dal "serpente monetario"

Il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi spiega che la stabilità monetaria "è un valore, che è patrimonio, comune e fondante, della cittadinanza europea". Ma anche un problema, che si cerca di risolvere in Europa dal 1972, a partire dal cosiddetto "serpente monetario".

Il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi spiega, durante l'inagurazione di una mostra su "La moneta dell'Italia unita: dalla lira all'euro", che la stabilità monetaria "è un valore, che è patrimonio, comune e fondante, della cittadinanza europea" affidata "alla credibilità e alla sapienza tecnica della banche centrali" che però "nulla possono se il valore della stabilità non si sedimenta nella coscienza collettiva". Mario Draghi continua affermando come "la stabilità della moneta e dei prezzi sia legata alle aspettative degli operatori" che "si formano sulla base di elementi come: la chiarezza e la certezza delle regole di creazione della moneta; l'affidabilità e la credibilità delle istituzioni che la governano", concludendo infine che "l'affermazione di una cultura della stabilità monetaria è cruciale per rendere virtuoso questo circuito". Il problema della stabilità monetaria nasce con l'accordo del 1972, ribattezzato comunemente del "serpente monetario" stipulato "dagli Stati dell'allora Comunità economica europea per mantenere un margine di fluttuazione predeterminato e ridotto tra le valute comunitarie e tra queste e il dollaro" come spiega Wikipedia. Nonostante pareri a volte discordanti, però, la breve vita del serpente monetario non ebbe i risultati sperati, e successivamente fu istituito il Sistema monetario europeo del 1978, che porterà infine all'unione monetaria e all'euro. Ma l'accordo del 1972, il "serpente monetario", nasce anche come "diretta conseguenza della fine della convertibilità del dollaro in oro decisa dal presidente Richard Nixon" (sempre da Wikipedia), e per molti economisti sarebbe questo il vero "problema" della stabilità monetaria, di cui parla anche Mario Draghi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: