le notizie che fanno testo, dal 2010

Bankitalia: se si cancella IMU serve altra tassa di pari valore

Bankitalia, nel corso dell'audizione di fronte alle Commissioni speciali di Camera e Senato, spiega che devono essere "dissipate le incertezze sulla stabilità del gettito legato al vigente sistema di imposizione sugli immobili", lasciando intendere che se verrà cancellata l'IMU, dovrà essere sostituita con un'altra tassa.

Nel corso dell'audizione di fronte alle Commissioni speciali congiunte di Camera e Senato il direttore centrale per la ricerca economica e le relazioni internazionali della Banca d'Italia, Daniele Franco, chiarisce che per conseguire il pareggio di bilancio in termini strutturali nel 2013 "vanno immediatamente dissipate le incertezze sulla stabilità del gettito legato al vigente sistema di imposizione sugli immobili". In altre parole, Bankitalia lascia intendere che se il governo cancellerà l'IMU sulla prima casa, il gettito mancante dovrà essere sostituito con un'altra tasse di pari valore. O con una manovra. Manovra correttiva che comunque nel Def è prevista tra il 2015 e il 2017, di 0,2 punti di Pil l'anno. Bankitalia invece non sembra così "ottimista" visto che ipotizza, per mantenere il pareggio di bilancio strutturale, che "l'entità della manovra cumulata sul triennio 2015-17" non dovrebbe essere dello 0,6% ma "nell'ordine di circa un punto percentuale", quindi circa 16-17 miliardi di euro. Infine, Daniele Franco di Bankitalia sottolinea che l'elevata pressione fiscale al 44%, che pesa sul contribuente onesto è un "ostacolo alla crescita", invitando il nuovo governo "ridefinire la composizione del carico tributario in modo da ridurre le distorsioni nell'offerta dei fattori produttivi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: