le notizie che fanno testo, dal 2010

Golfo del Messico: BP ha speso 8 mld per la marea nera

Il costo del disastro della marea nera secondo un comunicato di BP è per ora di 8 miliardi di dollari (circa 6,2 miliardi di euro), una cifra che non impensierisce il gigante petrolifero anche per le richieste di risarcimenti "nella norma".

BP, British Petroleum, si lecca le ferite, che sanno di catrame e puzzano di gas, e incomincia a fare i bilanci che, tutto sommato, sono andati bene. La spesa sostenuta per il disastro, secondo il gigante petrolifero, ammonta a circa 8 miliardi di dollari. Questa cifra copre l'ammontare adella gestione della fuoriuscita di greggio, la sigillatura del pozzo e la spesa per i soccorsi, la ripulitura delle coste e i risarcimenti agli Stati colpiti dalla marea nera.
Inoltre il fondo da 20 miliardi di dollari a cui partecipa, il Gulf Coast Claims Facility, guidato da Ken Feinberg, paga meno di quattro milioni di dollari al giorno di risarcimenti in linea con quello che pagava BP quando faceva da sola.
Un aria di ottimismo si respira all BP, a due settimane dal sigillo "finale" del pozzo Macondo, anche perché i pescatori sembra che non trovino tracce visibili di petrolio e si sa che occhio non vede, portafoglio non duole. In questo tipo di disastri, dove il veleno col tempo diventa invisibile ed entra nella catena alimentare e in tutto l'ambiente, più passano i giorni più dimostrare che i danni siano direttamente provocati dalla "marea nera" sarà difficile. Ne sanno qualcosa in Alaska con la Exxon Valdez.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# ambiente# BP# finale# gas# marea nera# petrolio