le notizie che fanno testo, dal 2010

BP: il tappo tiene, ma il pozzo perde?

Questo è il dilemma di BP: il "tappo" tiene, ma il pozzo perde? Sembra infatti che la pressione misurata dal "cappuccio" di ultima generazione non sia quella che gli scienziati si aspettavano. Il greggio potrebbe aver trovato qualche via di fuga in mezzo alle falde, ma per sbucare dove?

La British Petroleum è cauta e guardinga. Una cattiva notizia potrebbe farla sprofondare definitivamente negli abissi della borsa e questa volta non si sa se avrebbe la forza e l'ossigeno per tornare a galla. Il cappuccio, tappo, campana o che dir si voglia, piazzata negli scorsi giorni nel Golfo del Messico sopra il pozzo che sputava greggio, sembra sì funzionare ma aleggia il terrore (fondato) che tappata una falla se ne creino altre cento. Come nello spot Zucchetti del 1987, solo che al posto dell'acqua c'è il petrolio.
Il "test di integrità" della BP sul pozzo "Macondo", così è stato chiamato, prosegue oltre le 48 ore previste inizialmente. La pressione del petrolio nel pozzo "incapucciato", infatti, potrebbe far cedere le pareti del pozzo stesso o permettere al greggio di trovarsi qualche via di fuga attraverso le rocce e salire per le fenditure, in tal caso non si sarebbe quasi più nulla da fare.
L'ammiraglio della "marea nera", Thad Allen, della Guardia costiera americana che come un segugio monitora ogni operazione della BP ha firmato per questo dubbio la proproga per il test di almeno 24 ore.
Gli scienziati di Washington hanno calcolato che la pressione del pozzo infatti non è quella che si era calcolata. Sembra dunque che possa essere una fuga (questa è la sensazione dell'ammiraglio Allen) o che il pozzo si stia esaurendo (questa è la sensazione di BP), ma niente può essere sicuro ora, neppure che qualche strumento stia facendo cilecca. C'è bisogno ancora di tempo per essere sicuri di qualsiasi teoria, dicono gli scienziati di entrambe le parti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# acqua# BP# marea nera# Messico# petrolio