le notizie che fanno testo, dal 2010

BMW, accordo con Toyota, ma alla Lexus niente motori diesel

La BMW, in base all'accordo avvenuto nello scorso Salone di Tokyo, offrirà a Toyota i suoi motori diesel, ma non alla Lexus (brand di lusso della casa giapponese). La casa di Monaco è in lizza per vincere il titolo di più grande casa automobilistica di auto di lusso negli USA, e fornire i suoi motori alla diretta concorrente non sarebbe certo d'aiuto per la vittoria.

La Lexus non installerà sulle sue vetture i motori diesel costruiti da BMW. In base all'accordo tra Toyota e BMW avvenuto durante lo scorso Salone di Tokyo, la casa giapponese metterà al servizio della casa tedesca la propria tecnologia ibrida, mentre l'azienda di Monaco offrirà in cambio i suoi motori a combustione interna (tra cui le unità da 1.6 e 2.0 litri) ma alla Lexus (acronimo di Luxury EXportation United States, brand di lusso di Toyota) li fornirà solo a partire dal 2014. Tale decisione sembra esser stata dettata dal fatto che BMW è attualmente la netta favorita per il titolo di più grande casa automobilistica di auto di lusso negli Stati Uniti d'America, sorpassando proprio la Lexus. Montare i suoi motori da 184 cv sulle vetture giapponesi non sarebbe quindi d'aiuto alla casa bavarese, intenzionata a raggiungere il traguardo entro l'anno. A confermare l'accordo è stato Etienne Plas, rappresentante di Toyota Europe, che ad Automotive News Europe ha ribadito: "L'accordo con la BMW non prevede la fornitura di motori BMW alle vetture Lexus". Mentre la Toyota metterà sul mercato le auto con i nuovi diesel BMW, la Lexus continuerà a proporre le sue auto di lusso con le tecnologie ibride e plug-in.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# auto# BMW# Lexus# Stati Uniti# Toyota