le notizie che fanno testo, dal 2010

Birmania: Aung San Suu Kyi torna in Parlamento, un seggio a Kawhmu

Aung San Suu Kyi, Premio Nobel per la Pace, eletta in Parlamento vincendo il seggio di Kawhmu. Potrebbe essere il punto di svolta per la Birmania.

Aung San Suu Kyi è stata eletta nella circoscrizione di Kawhmu. In Birmania si votava, infatti, per assegnare assegnare 45 seggi in Parlamento su 1160, e anche se i dati non sono ancora ufficiali sembra che il Premio Nobel per la Pace, arrestata più volte, dal 2003 ai domiciliari ininterrottamente e liberata solo nel novembre 2010 (http://is.gd/S8NatV), abbia conquistato 270 voti contro i 37 del suo avversario del Usdp, il partito del regime. A Rangoon detiene il potere da anni, infatti, una giunta militare, e la vittoria di Aung San Suu Kyi potrebbe essere il primo passo verso un vero processo di democratizzazione in Birmania. Anche un solo seggio della Lega nazionale per la Democrazia, di cui Aung San Suu Kyi è leader, potrebbe infatti determinare la svolta in Birmania, dove puntualmente le elezioni sono sotto l'occhio della comunità internazionale che né denuncia i brogli. E infatti la Lega nazionale per la Democrazia, che concorreva in quasi tutti i seggi messi in palio, rendeva noto che prima del voto che vi erano stati diversi episodi di pressioni e intimidazioni. Nonostate questo Aung San Suu Kyi ha invitato il popolo birmano ad andare comunque a votare.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: