le notizie che fanno testo, dal 2010

Metro B1 Roma, Atac: a Conca d'Oro si timbra biglietto anche in uscita

L'Atac informa che dal 1 dicembre è stata "attivato in fase sperimentale il controllo automatico dei titoli di viaggio (i biglietti e gli abbonamenti, ndr) in uscita ai varchi della stazione della metro B1 di Conca d'Oro". In sostanza, i viaggiatori della metro B1 di Roma dovranno timbrare nuovamente il biglietto se vorranno uscire dalla stazione della metropolitana.

Ieri, 20 novembre, l'Atac ha informato, attraverso una nota, che a partire da oggi, lunedì 1 dicembre, verrà "attivato in fase sperimentale il controllo automatico dei titoli di viaggio (i biglietti e gli abbonamenti, ndr) in uscita ai varchi della stazione della metro B1 di Conca d'Oro". L'Atac spiega quindi che i passeggeri della metro B1 di Roma, se scenderanno nella stazione Conca d'Oro, dovranno "validare nuovamente il biglietto, una volta conclusa la corsa" e solo in questo modo si aprirà "il tornello" e si potrà uscire dalla stazione metropolitana. L'Atac precisa che "per attivare tale procedura ha aggiornato i software dei 14 tornelli di uscita e dei 2 varchi per i diversamente abili nei due lati della stazione" Conca d'Oro della metro B1 di Roma. Per consentire l'acquisto di biglietti a chi ne fosse sprovvisto, invece, sono state installate prima dei varchi di uscita, due nuove macchine emettitrici di BIT. Sembra di capire, quindi, che il software non è stato aggiornato per aprire il tornello solamente se il biglietto ha anche una vidimazione "d'entrata". La novità dei tornelli d'uscita è stata "adottata in coerenza con il nuovo piano industriale Atac che prevede, - conclude la nota - fra le altre cose, una forte azione di contrasto all'evasione tariffaria".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Atac# evasione# metro# Roma# software