le notizie che fanno testo, dal 2010

Asia Bibi: 20 aprile, Mercoledì Santo, giornata mondiale di preghiera

In tutto il mondo il 20 aprile si pregherà per un'iniziativa lanciata dalla 'Masihi Foundation' che si occupa di accudire Asia Bibi in carcere e la sua famiglia. Obiettivo: "implorare Dio per la salvezza e la liberazione di questa donna" e di tutti coloro che soffrono per false accuse di blasfemia.

Il 20 aprile sarà una giornata di preghiera internazionale per Asia Bibi, la donna pakistana imprigionata e condannata a morte ingiustamente in Pakistan per blasfemia. La giornata è stata segnalata dall'Agenzia Fides (http://is.gd/b3pqVW) ed è stata promossa dalla Fondazione Masihi che si occupa della salute e dell'assistenza della donna incarcerata. Asia Bibi è in digiuno quaresimale e versa in precarie condizioni di salute come abbiamo già avuto modo di scrivere. L'agenzia Fides riporta le parole di Haroon Masih, Direttore della Masihi Foundation, sulle intenzioni per la giornata di preghiera: "perchè tutti i credenti e tutti gli uomini di buona volontà possano unirsi in comunione di preghiera e accendere una candela, implorando da Dio la salvezza e la liberazione di questa donna e di tutti coloro che soffrono che per le conseguenze di false accuse di blasfemia". Per chi volesse dare notizia della propria adesione è stata attivata una email (specialprayerday(at)gmail.com) dove si può inviare un messaggio di partecipazione. Asia Bibi, appreso che il 20 Aprile il mondo avrebbe pregato per lei e per tutte le vittime innocenti di blasfemia "ha reagito scoppiando in lacrime" e, come riporta sempre Fides (http://is.gd/8wxKH5): "Sono grata alla Fondazione Masihi per aver organizzato un simile evento, che mi dà una speranza per vivere. Mi sento amata dalla Chiesa cattolica e da tutte le comunità cristiane del mondo. Sono orgogliosa di essere figlia di una comunità tanto amorevole e misericordiosa" e "Vorrei mandare un messaggio di pace e di amore a tutto il mondo" aggiunge. "Voglio dire grazie ad ogni sorella, ad ogni fratello, ad ogni monaca e sacerdote che prega per me, e specialmente al Santo Padre. Spero con tutto il cuore che questa Quaresima e tutte le preghiere possano donarmi la libertà e la felicità alla mia famiglia".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: