le notizie che fanno testo, dal 2010

Audi gialla trovata bruciata. Asaps: serve coordinamento con sistema Tutor

Il caso dell'Audi gialla è per il momento chiuso con il ritrovamento dell'auto bruciata nei pressi di Onè di Fonte, in provincia di Treviso. L'Asaps chiede di "dotare tutta le rete autostradale di sistema Tutor" per fronteggiare casi simili.

Il caso dell'Audi gialla è per il momento chiuso con il ritrovamento dell'auto bruciata nei pressi di Onè di Fonte, in provincia di Treviso. "Ancora una volta il sistema e le regole di ingaggio utilizzate in Italia si sono dimostrate inadatte a contenere la criminalità" denuncia Giordano Biserni, presidente dell'Asaps (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale), ricordando che in casi come quello dell'Audi gialla le forze dell'ordine "sono poco tutelate" perché "hanno una ridotta capacità di agire per via di regole non adeguate" con il rischio di finire a processo per le loro azioni. Per fronteggiare queste situazioni bisognerebbe comunque "contare su tempi più rapidi di intervento e su un migliore coordinamento che ancora manca" alla Polizia italiana, osserva Biserni. L'Asaps chiede quindi di "dotare tutta le rete autostradale di sistema Tutor e usare l'infallibile occhio elettronico dei tanti varchi per tracciare, inseguire in tempo reale un'auto in fuga e predisporre i posti di blocco in maniera efficace".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Amici# Asaps# Audi# auto# Fonte# forze dell'ordine# Italia# Treviso