le notizie che fanno testo, dal 2010

Arisa dopo foto in pelliccia: interdetta da aggressività di certi commenti

Anche Arisa ha toccato con mano il livore di alcuni utenti che vorrebbero farsi garanti dei diritti degli animali insultando il prossimo, in certi casi arrivando anche a minacciarlo. La futura valletta di Sanremo 2015 pubblica una foto in cui appare con una pelliccia, e dopo qualche ora è costretta a rimuoverla da Facebook perché "interdetta dal livello d'intolleranza e dall'aggressività di certi commenti".

Anche Arisa ha toccato con mano (quella con cui legge dal suo smartphone i messaggi postati su Facebook) il livore di alcuni utenti che vorrebbero farsi garanti dei diritti degli animali insultando il prossimo, in certi casi arrivando anche a minacciarlo. Ingenuamente per essere la futura valletta mora del Festival di Sanremo 2015, Arisa ha infatti pubblicato sulla sua pagina Facebook una foto in cui appare con una pelliccia. Dopo alcune ore, la cantante è stata però costretta a rimuoverla dal profilo del social network a causa del "livello d'intolleranza" è "dell'aggressività di certi commenti" che, scrive la stessa Arisa: "Mi lascia sempre un pò interdetta". Dopo aver rimosso la foto, Arisa infatti precisa non senza una punta d'ironia: "Mi dispiace tanto di aver infervorato i vostri animi sensibili per la mia pelliccia da puttanone anni '80. E' da tanto tempo che mia madre cerca di rifilarmela in tutte le salse perché è un regalo di mia Zia Carmela ed è calda. (...) l'altro pomeriggio battevamo i denti dal freddo, l'ho tirata fuori dall'armadio e l'ho messa". Rispondendo alle "intollerenti e aggressive" critiche, Arisa ammette: "Nessuna etichetta, nessun segnale che attesti l'autenticità del pelo ma neanche il contrario. Quindi può essere che sia inspiegabilmente vera oppure no. - e rivendica - Io ce le ho delle pellicce a casa mia probabilmente alcune non sono ecologiche e altre no (sic), ma la più giovane ha 40 anni, sono un'appassionata di vintage e per me un capo degli anni '70 è un'opera d'arte. Fatevene una ragione. Indosso ogni tanto dei capi pelosi, ma non li uccido e non li compro di prima mano. Li indosso e continuerò a farlo, perchè qualcuno lì ha già uccisi e acquistati tempo fa e buttarli via sarebbe un'ulteriore sacrilegio". Il problema rimane nel fatto, però, che Arisa ha "dovuto" comunque cancellare la foto con la pelliccia, come altri sono stati costretti invece a cancellare articoli perché minacciati dal "branco".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: