le notizie che fanno testo, dal 2010

Arenaways: Torino-Milano con un anticipo di 10 minuti

E' finalmente partito il primo convoglio privato che entra in diretta concorrenza con Trenitalia. Arenaways ha finalmente effettuato la sua prima corsa Torino-Milano, arrivando con 10 minuti di anticipo. Comincia il sogno italiano dal sapore europeo.

E' finalmente partito il primo convoglio privato che entra in diretta concorrenza con Trenitalia. Da oggi, la liberalizzazione delle tratte ferroviarie non è solo sulla carta ma viaggia sui binari, e anche speditamente visto che il primo viaggio Torino-Milano del treno Arenaways è arrivato con 10 minuti di anticipo. Uno smacco per Trenitalia, spesso soggetta a polemiche per i molti ed eccessivi ritardi dei suoi treni.
Giuseppe Arena, amministratore delegato di Arenaways, è soddisfatto ma la lotta non è certo finita. Prima di questa partenza sono stati molti i contrattempi, non ultimo quello inaspettato della scorsa settimana, quando l'Ufficio per la Regolazione dei Servizi Ferroviari gli ha obbligato a non effettuare fermate intermedie tra Torino e Milano, il che si traduce con la perdita di una fetta della clientela e quindi di ricavi. Ma come aveva spiegato qualche giorno fa lo stesso Arena è anche "un'opportunità di scelta negata a tutti i passeggeri che avrebbero voluto un'alternativa".
Per Trenitalia il servizio privato di Giuseppe Arena romperebbe l'equilibrio economico che esiste sulla stessa tratta Torino-Milano, ma l'ad di Arenaways spera che "entro l'11 dicembre, per l'inizio del nuovo calendario ferroviario invernale" si riuscirà a chiarire anche la questione delle fermate intermedie, ed avere finalmente un calendario definitivo.
I convogli Arenaways, c'è da dire, sono all'avanguardia sia in efficienza che per pulizia (cosa che stupisce non poco il passeggero che viaggia abitualmente sui trasporti pubblici).
Il biglietto del treno può essere acquistato anche a bordo senza sovratassa e durante il viaggio il lavoratore pendolare avrà anche la possibiltà di fare una piccola spesa, trovando prodotti tipici regionali che potranno essere ritirati direttamente prima di scendere dal treno.
Insomma, un sogno italiano dal sapore europeo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: