le notizie che fanno testo, dal 2010

Ping, un flop. Apple: non ci sprecheremo altre energie

Ping è stato un flop, ammette la stessa Apple, che annuncia l'intenzione di mandare in pnesione la piattaforma su iTunes.

Ping va in soffitta. Apple ha capito che la piattaforma su iTunes, stile social network, che permette di avere aggiornamenti sugli artisti preferiti e dialogare con gli altri utenti sugli stessi, non ha avuto il successo che sperava, e la manda in pensione.
Il CEO di Apple, Tim Cook, spiega cosa potrebbe aver pensato l'utente utilizzando Ping, e cioè che "non è qualcosa per la quale si voglia sprecare energia".
"Bisogna ammettere che Ping probabilmente non ha ricevuto il supporto necessario da parte della stessa Apple - continua Tim Cook - inoltre sul mancato decollo sono pesate anche le problematiche nella gestione del social, come ad esempio la presenza pressoché costante di fastidiosi messaggi di spam, l'impossibilità per alcuni utenti di poter accedere al sistema, o l'assenza dei profili degli artisti".
In altre parole, il flop di Ping è dovuto ad una serie di fattori, spingendo Apple, conclude Tim Cook "a non impiegare ulteriori energie nel sostentamento dello stesso".
Per non uscire totalmente dal mercato, la Apple starebbe puntando all'integrazione completa con servizi esterni come per esempio Facebook e Twitter, ed infatti iOS 6 si caratterizza proprio per l'introduzione di funzionalità dedicate all'interazione col social network di Mark Zuckerberg.
Ping è ancora attivo nell'ultima release di iTunes, la 10.6.3, e forse ve ne sarà una successiva ad autunno, quella che decreterà la fine definitiva della piattaforma.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: