le notizie che fanno testo, dal 2010

Apple cova un social. Ma forse non è Twitter

Apple e Twitter. Telefonino e social, binomio perfetto. Abbandonato il Ping che fu si Steve Jobs Tim Cook si prepara alla sua prima decisione "importante". Apple ha bisogno di un "suo" social, e Twitter o non Twitter qualcosa dal nido uscirà.

Mentre Facebook si trova in "stallo" a Wall Street, facendo sospettare gli analisti che i "social network" siano solamente una "bolla speculativa", Apple pare stia facendo dei seri programmi industriali su Twitter. Proprio Twitter, tecnicamente una "piattaforma di microblogging" in realtà sembra essere l'unico "social" realmente "gestibile" da un "essere umano". Simile ed usato come una "megachat", Twitter non ha bisogno dell'impegno "narcisista" necessario per Facebook e non soffre della "macchinosità" tipica di Google Plus. Proprio per questo Apple, leader mondiale di smartphone e tablet (e di tutto ciò che fa "mobail") pare che ci voglia mettere lo zampino, o meglio lo "zampone" (dati i finanziamenti a disposizione piuttosto sontuosi). Apple dice il New York Times (citando fonti anonime di Cupertino), avrebbe intenzione di investire "centinaia di milioni di dollari" su Twitter e pare che i colloqui, molto più che cinguettii, tra Apple e Twitter siano in corso da tempo. Le simpatie tra l'azienda di Cupertino e quella di San Francisco sarebbero in realtà nate già da tempo, come testimonia la presenza di Twitter "in modo nativo" su iOS, il blindatissimo sistema operativo di Apple. L'azienda si Steve Jobs aveva già intrapreso la strada "social" con Ping, con un' alleanza fallita con Facebook e una fine ingloriosa sancita da Tim Cook . Ma probabilmente la Mela covava già in segreto una cinguettante alternativa, anche se il Wall Street Journal raffredda gli animi, rivelando che la trattativa tra Apple e Twitter sarebbe ferma. Ma per Apple l'appuntamento "social" è ineluttabile, direbbe qualcuno, dato che la miniera d'oro dell'hardware potrebbe esaurirsi, ed il futuro "soft", potrebbe essere, per l'azienda che fu di Steve Jobs, una prospettiva da covare per tempo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: