le notizie che fanno testo, dal 2010

Apple: brevetto per "scannerizzare" gli utenti iPad e iPhone

Apple presenta un brevetto per limitare gli accessi non autorizzati a iPhone e iPad, ma anche per blindare da jailbreak i suoi dispositivi. Tra battito cardiaco e tono della voce, arriveremo al "body scanner" per poter telefonare?

Per chi usa e conosce Apple fin dal 1985, anno in cui sbarcò anche in Italia, l'idea che diventasse temibile come IBM degli anni '80 non sarebbe mai passata per l'anticamera del cervello (sì, negli anni '80 il cervello aveva anche le anticamere). Per il minuscolo cervello monolocale del terzo millennio (senza anticamere e senza finestre per vedere vasti orizzonti) l'idea che Apple abbia depositato un brevetto per "scannerizzare" il proprio utente per "blindare" iPad e iPhone suscita solamente deboli e fiacchi pensieri su "i sostenitori della privacy forse non saranno d'accordo".
Siamo infatti arrivati a questo punto, invece di essere sacra la "privacy" (una volta chiamata in italiano "intimità") ha solamente dei "propugnatori", come se fosse qualcosa di discutibile ed eliminabile.
Apple ha infatti presentato un brevetto che tramite algoritmi che prendendo in esame tono della voce, foto dell'ambiente, il battito cardiaco, e vari dati dentro i database Apple, potranno bloccare in tutto o in parte l'apparecchio o i suoi servizi (leggi in inglese http://www.patentvest.com/console/reports/docs/app/20100207721.html).
Questo ufficialmente per garantire usi non autorizzati (magari vostra zia che usa il vostro iPhone per chiamarvi visto che ve lo siete dimenticato a casa sua) ma anche per "hacking the electronic device, jailbreaking the electronic device, unlocking of the electronic device, removing a SIM card from the electronic device" che non ha bisogno di traduzioni.
Insomma Apple sta preparando un futuro dove il suo spot del 1984 (dove il 1984 non sarebbe stato come "1984") sarà cancellato nel "buco della memoria" (sempre che il dito che premerà il pulsante sarà biometricamente autorizzato).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: