le notizie che fanno testo, dal 2010

Province: no ad abolizione. Per ora. PD: c'è una nostra proposta

La Camera ha bocciato una proposta di legge presentata dall'Italia dei Valori sulla soppressione della Province, perché il PD si è astenuto. Antonio di Pietro parla di "tradimento" ma Bersani rassicura: abbiamo una "riforma per ridurle".

La Camera ha bocciato una proposta di legge presentata dall'Italia dei Valori sulla soppressione della Province, con i voti contrari del Pdl e della Lega Nord, i voti favorevoli invece del Terzo Polo ma l'astensione (determinenate per l'esito finale) del PD (225 i voti contrari, 83 quelli a favore, 240 gli astenuti), tanto che Antonio di Pietro non esita a sottolineare come si sia "consumato un tradimento generalizzato degli impegni elettorali da destra e da sinistra". "Si è realizzata una maggioranza trasversale della casta, una cosa da prima Repubblica" continua il leader dell'IdV, partito che "è da sempre favorevole all'abolizione delle Province", come sottolinea Cristiano di Pietro, dirigente regionale del partito. Per Antonio di Pietro, infatti è stato letteralmente "patetico il comportamento di chi, all'interno della nostra coalizione, ha chiesto un rinvio per riflettere" sottolineando come "sull'abolizione delle Province si rinvia da 51 anni". Pronta la replica di Pier Luigi Bersani, che sembra far intendere come tale decisione sia infatti solo (ulteriormente) rimandata: "C'è una nostra proposta, non ci facciano tirate". Il leader del PD ammette che "le Province sono troppe e bisogna accorparle" e che all'interno "ci sono cose utili, cose inutili" ma che prima di tutto "bisogna dire come si fanno le cose, perché le Province stanno gestendo un certo numero di cose, penso all'urbanistica, che se tornassero in Regione avremmo una pioggia di proteste per le lungaggini". Bersani quindi annuncia che il PD ha una sua "riforma per ridurle" ma che prima "bisogna ragionare sulle istituzioni e non andare avanti a colpi di semplificazione". Antonio di Pietro rincara però la dose sottolineando come in realtà "c'è stata una gara tra i partiti nel non far seguire le promesse della campagna elettorale per eliminare gli sprechi della politica". E il leader dell'Udc, che ha votato a favore della proposta di legge dell'IdV, evidenzia invece come il PD abbia "perso l'occasione per fare una cosa saggia, visto che se avessero votato a favore il governo sarebbe andato in minoranza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: