le notizie che fanno testo, dal 2010

Roche respinge accuse Antitrust: nessun accordo anticoncorrenziale con Novartis

Dopo la precisazione di Novartis, anche la Roche chiarisce la propria posizione sulla sanzione commissionata alle due multinazionali farmaceutiche dall'Antitrust. La Roche "respinge con fermezza le conclusioni del procedimento condotto dall'Agcm" e precisa che non c'è stato "nessun accordo anticoncorrenziale con Novartis".

Dopo la precisazione di Novartis, anche la Roche chiarisce la propria posizione sulla sanzione commissionata alle due multinazionali farmaceutiche dall'Antitrust "per un cartello che ha condizionato le vendite dei principali farmaci destinati alla cura della vista: Avastin e Lucentis". In una nota sul proprio sito, la Roche chiarisce che "tutte le accuse sono infondate" e che non c'è stato "nessun accordo anticoncorrenziale con Novartis", anticipando che "l'azienda conferma la volontà di agire nelle sedi competenti". Roche infatti "respinge con fermezza le conclusioni del procedimento condotto dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato circa un presunto accordo restrittivo della concorrenza con Novartis. - ribadendo che - le accuse sono prive di qualsiasi fondamento e che ricorrerà in appello presso tutte le sedi deputate, a tutela della propria immagine e dei propri diritti, certa delle proprie ragioni".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Antitrust# concorrenza# farmaci# multinazionali# vista