le notizie che fanno testo, dal 2010

Delitto Cogne, nessun permesso fuori dal carcere per la Franzoni

Annamaria Franzoni non potrà passare 3 giorni al mese fuori dal carcere con la famiglia. La Cassazione rigetta un ricorso presentato dalla donna, condannata a 16 anni per l'uccisione del figlio Samuele, nel 2002.

Annamaria Franzoni, condannata a 16 anni di carcere in via definitiva per l'assassinio di suo figlio Samuele, avvenuto il 30 gennaio 2002 a Cogne, ha cercato fino all'ultimo di ottenere un permesso che le avrebbe concesso di passare 3 giorni al mese a casa, anziché in carcere, insieme ai figli ed al marito.
Il tribunale di sorveglianza di Bologna nell'ottobre scorso aveva già respinto la richiesta della Franzoni di poter accedere al permesso, ma la donna aveva presentato ricorso. Ieri però la prima sezione penale della Cassazione ha rigettato il ricorso, stroncando definitivamente il desiderio di Annamaria Franzoni di passare pochi giorni al mese con la famiglia.
Forse a far decidere in tal senso il tribunale di sorveglianza prima e la Cassazione poi il fatto che nel 2008 "una perizia psichiatrica ha confermato il rischio di reiterazione del reato" negando ad Anna Maria Franzoni "la possibilità di incontrare i figli fuori dal carcere" (Wikipedia).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: