le notizie che fanno testo, dal 2010

Omicidio stradale sarà legge, promette Cancellieri. PD: anche ergastolo della patente

Il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri promette che entro gennaio sarà proposta una legge per introdurre il reato di omicidio stradale. Il PD auspica anche l'introduzione del cosiddetto ergastolo della patente secondo il quale chi uccide sotto effetto di alcol o droga deve essere privato definitivamente della patente.

"Entro gennaio porterò in Consiglio dei Ministri un pacchetto di norme sulla giustizia che conterrà anche l'introduzione del reato di omicidio stradale" annuncia il primo giorno dell'anno il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, che sembra intenzionata a voler procedere d'urgenza (e quindi attraverso un decreto) dopo che anche queste festività sono state funestate da gravi incidenti stradali. "Sulla sicurezza stradale in commissione Trasporti siamo al lavoro e per questo accogliamo con soddisfazione l'impegno del governo sul tema. Anche perché il gruppo PD in commissione Trasporti ha messo questo punto all'ordine del giorno fin dall'inizio della legislatura" annunciano quindi in una nota la vice presidente del Gruppo del Partito Democratico, Silvia Velo, prima firmataria della proposta di legge delega per la riforma del codice della strada attualmente all'esame della commissione, e Michele Meta, presidente della commissione Trasporti. "La delega si ispira a due principi: - continuano i due esponenti democratici - prevenzione degli incidenti e giustizia per le vittime, e prevede l'inasprimento delle sanzioni per comportamenti particolarmente pericolosi e lesivi dell'incolumità e della sicurezza degli utenti della strada. Nella scorsa legislatura abbiamo anche lavorato all'introduzione del cosiddetto ergastolo della patente secondo il quale chi uccide sotto effetto di alcol o droga deve essere privato definitivamente della patente, e su questo siamo pronti a un'approvazione in tempi rapidi". Velo e Meta concludo quindi ricordando che "sull'introduzione della fattispecie specifica di reato di omicidio stradale si erano registrate molte perplessità giuridiche" auspicando invece che "oggi ci siano le condizioni per superarle", aggiungendo come "tuttavia ciò che è importante è trovare lo strumento legislativo che consenta accanto alla prevenzione dei reati, anche giustizia per le vittime".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: