le notizie che fanno testo, dal 2010

Libia, Bagnasco: contro terrorismo non avventure sconsiderate

Il cardinale Angelo Bagnasco osserva che "il Medio Oriente, come le vicine coste africane, vivono confusione, tumulto e violenze" ma suggerisce "anche alla luce delle responsabilità passate non avventure sconsiderate, ma prudente ponderazione".

"Allarghiamo lo sguardo poiché nessun Paese vive isolato. Il Medio Oriente, come le vicine coste africane, vivono confusione, tumulto e violenze: emblematici, al riguardo, i sanguinosi attentati di ieri in Turchia e in Costa d'Avorio. Gli interrogativi che si affacciano non sono immotivati: suggeriscono anche alla luce delle responsabilità passate non avventure sconsiderate, ma prudente ponderazione. Assicuriamo la nostra preghiera perché tutte le parti in causa, a cominciare dai più fragili ed esposti, possano trovare strade di giustizia, sicurezza e pace" dichiara il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della CEI, nel corso della sua prolusione durante i lavori del Consiglio permanente. Un passaggio che non può non far pensare all'imminente intervento dell'Italia in Libia, a quanto pare senza neanche la necessità di un passaggio Parlamentare poiché i militari seguirebbero la catena di comando dei servizi segreti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: