le notizie che fanno testo, dal 2010

Bagnasco: unioni civili e famiglia sono realtà diverse

Famiglia e unioni civili "sono due cose diverse, essendo realtà diverse" ribadisce il cardinale Angelo Bagnasco, mentre il governo annuncia che entro il 2015 verrà varato un provvedimento sulle unioni civili. Ma il presidente della CEI avverte: "Omologare automaticamente mi pare che sia contro la logica".

Famiglia e unioni civili "sono due cose diverse, essendo realtà diverse" ribadisce il cardinale Angelo Bagnasco nel corso di una intervista rilasciata ad Amedeo Lomonaco di Radio Vaticana. Il governo, infatti, assicura che entro la fine dell'anno verrà varato un provvedimento sulle unioni civili anche se il Nuovo centrodestra si dichiara indisponibile a votare il ddl Cirinnà e chiede una mediazione. Il presidente della CEI ricorda infatti: "La famiglia naturale è fondata sul matrimonio, come anche riconosce la nostra Costituzione. Bisogna riconoscere la diversità delle realtà, e quindi, trattare le singole realtà secondo la concreta situazione" perché "omologare automaticamente mi pare che sia contro la logica". Infine, Bagnasco ritorna a condannare anche la cosidetta teoria del gender, rammentando: "Il Santo Padre più volte è ritornato su questo punto con grande preoccupazione e con estrema chiarezza, perché è una categoria, questa, estremamente soggettiva, nel senso che vorrebbe che ognuno, sul piano della propria identità, anche sessuale, fosse quello che ognuno decide di volta in volta, a prescindere da quello che è un dato biologico. - e conclude - Questa teoria, questo schema mentale, il Santo Padre più volte lo ha stigmatizzato come una dittatura del pensiero unico".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: