le notizie che fanno testo, dal 2010

Alfano su direttiva contro nozze gay: ho fatto solo rispettare la legge

Angelino Alfano commenta la "violenza inaudita" di cui è stao oggetto dopo aver emesso la direttiva che vieta ai sindaci italiani di registrare le nozze gay contratte all'estero, sottolineando: "Mi pare che ci sia un'intolleranza da parte di chi difende alcune posizioni che non è un buon presagio per il dibattito parlamentare".

Angelino Alfano commenta il post direttiva che vieta ai sindaci italiani di registrare le nozze gay contratte all'estero. Intervenendo ad Agorà su Rai 3, il ministro dell'Interno sottolinea prima di tutto: "La cosa che mi ha davvero impressionato ieri, a fronte di una direttiva che invita i prefetti a invitare i sindaci a rispettare le leggi e a non fare cose che in Italia le leggi non prevedono, mi sono visto tirare addosso una quantità di insulti e aggettivi di una violenza inaudita da parte di associazioni, giornalisti, esponenti politici e, oggi, da parte di alcuni titoli di giornali". Angelino Alfano, leader di Ncd, quindi domanda: "E' possibile che in questo Paese per chi ha un'idea come la mia dal punto di vista politico e per chi vuole solo far rispettare la legge come io ho fatto da ministro dell'Interno non poterlo fare senza essere inondato da una valanga di accuse?". Il ministro dell'interno quindi conclude: "Mi pare che ci sia un'intolleranza da parte di chi difende alcune posizioni che non è un buon presagio per il dibattito parlamentare".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: