le notizie che fanno testo, dal 2010

Angelina Jolie si fa asportare anche ovaie, scambiando scienza per onniscienza

Il cardinale Angelo Bagnasco avverte sul pericolo del transumanesimo mentre Angelina Jolie annuncia che in base ad un test genetico si è fatta asportare, dopo il seno, anche ovaie e tube di Falloppio nonostante fosse perfettamente sana. Ma la scienza non è onniscienza.

Solo ieri il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della CEI, avvertiva sul pericolo del transumanesimo che "pone la scure alla radice stessa dell’umano". Oggi quella scure sembra voler essere brandita da Angelina Jolie, che si è fatta rimuovere le ovaie e le tube di Falloppio anche se perfettamente sana. Come successe due anni fa, quando l'attuale moglie di Brad Pitt si fece fare una doppia mastectomia, Angelina Jolie ha infatti deciso di subire questo nuovo radicale intervento chirurgico perché attraverso un test genetico ha scoperto che avrebbe il 50% di rischio in più di contrarre un cancro ovarico. Nonostante dichiari spesso di tenere molto alla privacy, quando si tratta di diffondere la sua idea di "medicina preventiva" Angelina Jolie non si limita a fare qualche dichiarazione ma mette tutto nero su bianco, ancora una volta sull'autorevole News York Times. Angelina Jolie riassume in poche parole la sua storia ricordando al grande pubblico che "un semplice esame del sangue" le "ha rivelato di essere portatrice una mutazione nel gene BRCA1". Il test ha quindi stimato che Angelina Jolie avrebbe un "rischio maggiore dell'87% di contrarre il cancro al seno", ora ridotto al 5% dopo la "doppia mastectomia preventiva", ed "un rischio del 50% di cancro ovarico". L'attrice ricorda quindi che per dei tumori ha perso anche "nonna, zia e mamma" e spiega che il suo unico desiderio, nel rendere pubbliche le sue scelte, è quello di "mettere a conoscenza delle altre donne a rischio delle opzioni esistenti". Tra queste, appunto, la cosiddetta "chirurgia preventiva", con medici che operano prima ancora che sorga alcun male. Angelina Jolie spiega infatti che la decisione di rimuovere le ovaie e le tube di Falloppio è stata presa dopo che il suo medico gli ha assicurato che "la proteina CA-125 nel sangue" era a livelli normali ma che c'erano dei "marker infiammatori elevati" che se letti "nel loro insieme potevano essere un segno di cancro precoce". Ed infatti, Angelina Jolie chiarisce che nessun test aveva rilevato la presenza di un tumore evidenziando però che a causa del tracciante radioattivo della Tomografia ad Emissione di Positroni a cui si era sottoposta per un po' non ha potuto "abbracciare i suoi figli". Qualcuno forse vorrebbe far notare all'attrice che anche le radiazioni ionizzanti non fanno poi così bene alla salute. Anche i test eseguiti sulle ovaie dopo l'operazione hanno confermato che non c'era "nessun segno di cancro in nessuno dei tessuti" asportati. In compenso, Angelina Jolie è andata ovviamente in menopausa a 39 anni. "La conoscenza è potere" conclude soddisfatta la Jolie, ma neanche sottoponendosi a tutti gli esami clinici esistenti potrà mai arrivare all'onniscienza che è propria solo di Dio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: