le notizie che fanno testo, dal 2010

Merkel: Germania e Grecia condividono "gli stessi valori". E moneta

L'incontro tra Angela Merkel e Antonis Samaras si cementa su una frase del cancelliere tedesco che sottolinea quanto Germania e Grecia condividono "gli stessi valori". E quando i valori sono innanzitutto "monetari", una soluzione si trova sempre.

L'incontro tra il cancelliere tedesco Angela Merkel e il primo ministro ellenico Antonis Samaras svoltosi ieri a Berlino si è concluso come molti immaginavano: baci, abbracci, comprensione, "solidarietà da comunicato stampa" e, in definitiva, nessuna novità di rilievo. Chi si immaginava un atteggiamento freddo e scostante da Angela Merkel, come nei migliori incontri dei "parenti poveri" si sbagliava: l'Europa monetaria senza la Grecia avrebbe dei contraccolpi inimmaginabili sia sui mercati sia nella società. La Merkel ci tiene a sottolineare che non è nulla di personale: "La Germania è amica della Grecia", dice convinta. Il cancelliere aggiunge materna "è nostro dovere aiutare", anche perché, continua Merkel, Germania e Grecia condividono "gli stessi valori". E quando nella condivisione di valori questi ultimi sono anche sinonimo di banconote è chiaro che però servono i puntini sulle "i". Ci sono infatti "i patti" da rispettare, sottolinea Angela Merkel, ponendo ad Antonis Samaras il problema degli "scettici" che non credono che la Grecia possa mai rispettare i suoi impegni. Dice a tal proposito il cancelliere tedesco: "Noi ci aspettiamo dalla Grecia che quello che ha promesso venga realizzato, che alle parole seguano i fatti". E per quanto rigurada la sofferenza sociale Angela Merkel è per l'assoluta equità sociale: "non devono soffrire solo quelli che hanno meno soldi e sono disoccupati ma anche quelli che hanno approfittato del loro Paese". Dal canto suo Antonis Samaras continua ad essere ottimista sul rispetto dei patti, invoca più tempo ai creditori internazionali e sottolinea ciò che poche ore prima aveva detto alla "Bild": "stiamo facendo progressi, stiamo riducendo il numero complessivo dei dipendenti pubblici (...) presto avremo un servizio pubblico ridimensionato, in miglior salute e decisamente più efficiente". L'incontro tra Angela Merkel e Antonis Samaras non poteva che andare in questi termini, anche perché il rapporto della troika non c'è ancora e nessun aiuto ulteriore alla Grecia sarà deciso prima di ottobre.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: