le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni Germania 2013: Merkel fa tris, ma alleato Fdp è fuori. Governo a rischio

Grande trionfo per la cancelliera Angela Merkel, riconfermata al comando per la terza volta. L'UCD / CSU attiene il 41,5% dei voti ma non la maggioranza assoluta, rimanendo però orfana al Bundestag dell'alleato Fdp. Si prospetta quindi un governo di larghe intese, ma il secondo partito della Germania, l'SPD (25,7% dei voti) potrebbe non essere interessato alla grande coalizione.

In questi anni l'Europa ha più volte lasciato intendere di essere guidata dal pugno duro della Germania di Angela Merkel. E così, i tedeschi hanno preferito mantenere per la terza volta al comando la cancelliera di ferro. Alle elezioni in Germani, l'UCD / CSU (rispettivamente Unione Cristiano Democratica e Unione Cristiano-Sociale in Baviera) di Angela Merkel ha infatti ottenuto un trionfo senza precedenti, anche se non è riuscito a conquistare la maggioranza assoluta. L'UCD si ferma al 41,5%, rimanendo però orfani dell'alleato di governo Fdp (Partito Liberal Democratico) che resta fuori dal Bundestag a causa di un misero 4,8%. Il SPD (Partito Socialdemocratico di Germania) ottiene invece il 25,7% mentre i Verdi conquistano l'8,3%, poco meno di Die Linke (La Sinistra) che raggiunge l'8,6%. Fuori dal Parlamento tedesco anche il movimento anti-euro Afp (Alternative fuer Deutscheland), che non raggiunge il quorum fermandosi al 4,7%. Prima che lo scrutinio fosse terminato, Enrico Letta da Toronto (Canada) aveva affermato che se "il partito anti-euro dovesse rimanere fuori dal Parlamento, sarebbe un buon segnale per l'Unione europea" mentre a spoglio concluso conferma: "E' molto importante che il partito anti euro sia fuori dal Parlamento. E' un bel segnale, un segnale di europeismo della Germania". Nonostante in Italia non si faccia altro che parlare di legge elettorale in grado di far governare il solo partito che ottiene la maggioranza dei voti per evitare la tanto temuta l'instabilità politica, anche la Germania sembra avere lo stesso problema ma non pare lamentarsene così tanto. Angela Merkel, infatti, non potendo contare sull'amico Fdp dovrà cercare di formare un governo di larghe intese, ed è plausibile che il principale interlocutore sarà il SPD, secondo partito del Paese. Il Spd però, potrebbe essere contrario alla grande coalizione, per non venir schiacciato dall'UCD della Merkel e quindi, in futuro, fare la fine del Fdp. La formazione di un governo, quindi, potrebbe essere a rischio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: