le notizie che fanno testo, dal 2010

Amy Winehouse: "pochi spiccioli" d'eredità. Neanche un penny a Blake

Amy Winehouse avrebbe lasciato in eredità alla famiglia "solo" di 2 milioni di sterline, a fronte di un patrimonio stimato di 15 milioni di sterline. E all'ex marito neanche un penny.

Secondo il il tabloid britannico "Daily Express", la cantante Amy Winehouse, morta il 23 luglio scorso all'età di 27 anni, in circostanze ancora non del tutto chiare, avrebbe lasciato in eredità alla famiglia l'"esigua somma" di 2 milioni di sterline. Esigua certo, per una cantante del calibro della Winehouse, vincitrice di ben 5 Grammy Awards che, nella sua pur breve carriera, avrebbe guadagnato circa 15 milioni di sterline. A leggere il tabloid, la "cantate maledetta" avrebbe sperperato quasi tutto il patrimonio investito nelle sue società "CW Touring" e "Cherry Westfield", concedendosi ogni tipo di vizio e regalando soldi al marito e agli amici che glieli chiedevano. A proposito del marito, anzi ex, Blake Fielder-Civil, il tabloid inglese "The Sun" scrive che nei due anni del loro matrimonio avrebbe spillato alla povera Amy, follemente innamorata di lui, 150 sterline per ogni bacio ricevuto. Sempre sul "Sun", un amico precisa che Blake lo avrebbe fatto "per poi acquistare della droga". Un vero grande amore disinteressato, penserebbe forse qualcuno. Comunque all'apertura del testamento, con sua grande sorpresa, all'ex marito Amy Winehouse, non pare gli abbia lasciato neanche un penny.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: