le notizie che fanno testo, dal 2010

Amy Winehouse con Tony Bennett per beneficenza: "Cantava vero jazz"

Mentre continua il mistero delle ultime ore della soul singer londinese, incomincia il "marketing postumo" che vorrebbe, dicono i ben informati, un intero album quasi pronto per la stampa. Ma quel che è sicuro è che "Body and Soul", la canzone cantata in duetto con Tony Bennett, andrà in beneficenza.

Il destino di Amy Winehouse è sempre più simile, pur con tutte le differenze del caso, a quello di Michel Jackson. Artisti che sembrano valere più dopo la loro dipartita che durante la loro esistenza, soprattutto nei momenti bui, quando sono stati preda della stampa e del gossip più che dei critici musicali. Così, mentre i giornali scrivono che Amy Winehouse è morta per un mix micidiale di droga e alcol, la verità è che ancora nessuno sa ufficialmente le cause della morte. I genitori della Winehouse, ad esempio, continuano a dire che la loro figlia sia morta del "contrario" di quello che pensano tutti, cioè per una crisi epilettica o per una crisi cardiaca dovuta proprio all'astinenza da alcol e sostanze stupefacenti. E' comunque la polizia che si sta occupando del caso, con gli ispettori che avrebbero sentito anche la testimonianza di un tal Tony Azzopardi che dice di aver accompagnato Amy Winehouse la sera prima del decesso da un pusher per fare un grande rifornimento di sostanze, come riporta il Daily Mirror. Per quanto riguarda i rumors "musicali", come per Michel Jackson il sogno dell'album "postumo" fa entusiasmare fan e industria discografica, con voci contrastanti che vorrebbero una grande abbondanza di pezzi già in stadio avanzato di produzione ed altri che rimarcano il fatto che Amy Winehouse avesse registrato solo dei "demo" di nuove canzoni. Altri però pensano che la generosità del suo produttore Salaam Remi ("Amy Winehouse: inediti sul blog di Salaam Remi" http://is.gd/OOdcTl) nel pubblicare gratuitamente degli inediti della cantante presupponga una buona quantità di materiale per creare "il nuovo album". Quel che invece sembra ormai certo è che il famoso duetto con Tony Bennett, la leggenda del jazz classe 1926, verrà pubblicato sul prossimo album "Tony Bennett: Duets 2". Sembra però che "Body and Soul", questa la canzone oggetto del duetto di Bennett e Winehouse uscirà prima come singolo perché il ricavato delle vendite possa essere devoluto alla fondazione che il padre della Winehouse ha fondato per i ragazzi che, come la figlia, hanno problemi con alcol e droghe. Il "crooner" newyorkese al magazine Rolling Stones ha detto a proposito di Amy Winehouse: "è stata veramente la migliore di tutti i giovani artisti che ho incontrato negli ultimi 10-15 anni. Cantava vero jazz".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: