le notizie che fanno testo, dal 2010

Siria: attacchi ad ospedali servono per avanzata truppe di terra, dice Amnesty

"Sulla base dell'analisi dei bombardamenti compiuti negli ultimi tre mesi dalle forze aeree siriane e russe contro ospedali e altre strutture mediche della zona nord della provincia di Aleppo, Amnesty International è giunta alla conclusione che si sia trattato di attacchi deliberati e sistematici per favorire l'avanzata delle truppe di terra".

"Sulla base dell'analisi dei bombardamenti compiuti negli ultimi tre mesi dalle forze aeree siriane e russe contro ospedali e altre strutture mediche della zona nord della provincia di Aleppo, Amnesty International è giunta alla conclusione che si sia trattato di attacchi deliberati e sistematici per favorire l'avanzata delle truppe di terra. Persino mentre veniva negoziato il fragile cessate-il-fuoco, le forze siriane e quelle alleate hanno intensificato gli attacchi contro le strutture mediche" denuncia la Ong, dichiarando di aver "raccolto prove schiaccianti su almeno sei attacchi deliberati lanciati nelle ultime 12 settimane contro ospedali, ambulatori e altre strutture mediche situate nella zona nord della provincia di Aleppo".

"Questi attacchi, - dichiara Amnesty - che hanno causato la morte di almeno tre civili tra cui un sanitario e ferito altre 44 persone, perpetuano uno schema di attacchi contro strutture mediche in varie parti della Siria e costituiscono crimini di guerra". "Numerosi operatori sanitari di Anadan e Hreitan, due centri a nord-ovest di Aleppo, hanno dichiarato che la strategia del governo siriano di svuotare intere città o villaggi colpendone ospedali e altre infrastrutture serve a facilitare l'offensiva da terra" riferisce l'organizzazione umanitaria sottolineando inoltre che "nei pressi degli ospedali colpiti non c'erano veicoli militari, posti di blocco, combattenti o linee del fronte e che gli ospedali stavano svolgendo unicamente la loro funzione umanitaria"

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: