le notizie che fanno testo, dal 2010

Cina: continua la repressione dei blogger. "Sparito" Yang Hengjun

La Cina continua nella sua politica di repressione dei blogger e in genere degli attivisti politici che usano la rete "per il dissenso". Tra arresti, boicottaggi, rischi di torture, arrivano anche le "sparizioni". Amnesty International denuncia la drammatica situazione.

Essere una voce libera della rete può costare molto caro, come dimostrano i Paesi che vivono sotto un regime. Essere blogger in Cina spesso significa anche finire tra le maglie del governo e diventare automaticamente un "desaparecido 2.0". Amnesty International rende noto che Yang Hengjun, noto blogger e commentatore politico scomparso domenica 27 marzo si è "volatilizzato". Il fatto ancora più grave è che Yang Hengjun è un ex diplomatico ed è di nazionalità australiana, anche se nato in Cina. Amnesty International pensa che il blogger sia purtroppo "attualmente defunto" anche perché, nell'ultima telefonata che domenica Yang Hengjun ha fatto all'amministratore del suo blog, lui stesso diceva che "era pedinato da tre uomini". Dopo questo messaggio il silenzio assoluto. Il governo australiano ha protestato e chiesto notizie del blogger al governo cinese che però ha risposto di non sapere dove si trovi Hengjun. "La sparizione di Yang Hengjun si colloca nel mezzo della più vasta repressione del dissenso dal 2009 - scrive Amnesty International - Decine di attivisti per i diritti umani, blogger e utenti di Twitter sono stati arrestati, imprigionati o tolti dalla circolazione solo per aver invocato una mobilitazione come quelle dell'Africa del Nord e del Medio Oriente". Ma altri blogger sono in pericolo per il solo fatto di credere nella libertà di pensiero. Come riporta sempre Amnesty International "Lunedì 28 marzo un altro noto blogger, Ran Yunfei, arrestato un mese prima, è stato incriminato per 'incitamento a sovvertire i poteri dello stato'. Un terzo blogger, Gu Chuan, è detenuto incommunicado da 30 giorni a Pechino e rischia di essere torturato".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: