le notizie che fanno testo, dal 2010

Amanda Knox: film shock su omicidio Meredith. Chiesta sospensione

Sta per uscire il film "Amanda Knox: Murder On Trial in Italy", sull'omicidio di Meredith Kercher. Sul web già disponibile il trailer con scene del delitto shock. Legali Knox e famiglia Kercher ne chiedono la sospensione visto che è in corso ancora il processo d'appello.

Il prossimo 21 febbraio il canale americano "LifeTime" dovrebbe trasmettere il film tv "Amanda Knox: Murder On Trial in Italy", che narra la vicenda della giovane studentessa inglese Meredith Kercher uccisa a Perugia il 2 novembre del 2007. Ma naturalmente è già polemica. Il trailer del film è già disponibile sul web ma sono gli stessi legali di Amanda Knox, la ragazza accusata dell'omicidio di Meredith Kercher e condannata a 26 anni in attesa del processo di appello, ad inviare una diffida alla casa di produzione LifeTime per "sospendere immediatamente e non distribuire" il film.
La pellicola viene criticata e osteggiata non solo per delle sequenze che ricostruiscono l'omicidio della giovane Mez ma anche perché potrebbero potrebbero pregiudicare appunto il processo d'appello.
Secondo i legali di Amanda Knox, infatti, "in più occasioni e utilizzando diversi mezzi mediatici, la figura di Amanda è stata già esposta ad una rappresentazione che non corrisponde al vero e oltremodo lesiva della sua reputazione".
Ma il film non piace nemmeno agli avvocati e alla famiglia della vittima Meredith Kercher. A parlare il padre della giovane studentessa uccisa che definisce alcune scene "orribili" spiegando di essere "sorpreso" nel vedere che "siano andati così oltre". "Mi era stato detto che la sinossi del film si sarebbe fermata fino al momento dell'uccisione - afferma John Kercher - ma mi pare evidente che queste immagini mostrino l'assassinio".
A parte il risvolto psicologico su Amanda Knox, infatti, nel film viene rappresentata la scena dell'omicidio dove si vede Meredith (personificata da Amanda Fernando Stevens) bloccata sul pavimento dalle tre persone accusate del delitto, mentre cerca di lottare per liberarsi, cioè Raffaele Sollecito, Rudy Guede e appunto Amanda Knox (interpretata da Hayden Panettiere, già protagonista del celebre telefilm Heroes).
Il regista del film Robert Dornhelm cerca però di spiegare che quello che più gli interessava era "rendere la psicologia e la personalità della protagonista, piuttosto che il crimine commesso e la ricerca dei responsabili".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: