le notizie che fanno testo, dal 2010

Alzheimer: per Giornata Mondiale apertura Linea Verde Alzheimer AIMA

Il 21 settembre sarà la 18esima Giornata Mondiale dell'Alzheimer con iniziative in tutta Italia di molte associazioni. L'AIMA che proprio quel giorno farà una "apertura straordinaria" della Linea Verde Alzheimer "in linea con l'esperto". Si stima che i malati nel 2050 saranno 115 milioni nel mondo.

Il 21 settembre verrà celebrata la XVIII Giornata Mondiale Alzheimer e, mentre la ricorrenza raggiunge la maggiore età, gli ultimi studi prevedono che gli anziani colpiti in tutto il mondo nel 2050 saranno 115 milioni. Nell'ultimo Rapporto Mondiale Alzheimer 2011 si stima infatti che le persone affette da questa malattia raddoppieranno ogni venti anni, passando dai 36 milioni del 2010 a 115 milioni nel 2050. In Italia i malati di Alzheimer sono 600mila (altre fonti stimano invece circa un milione) e necessitano, relativamente alle "fasi" della malattia, di progressiva cura ed assistenza. Per questo la Federazione Alzheimer Italia, insieme alla Alzheimer's Disease International (Adi) e alla Alzheimer's Association Usa, in occasione della Giornata Mondiale invitano i governi "preoccupati per l'aumento dei costi delle cure a lungo termine della demenza" di "spendere ora" per le diagnosi tempestive per "risparmiare più tardi". Per queste organizzazioni "la diagnosi tempestiva potrebbe far risparmiare fino a 10.000 dollari per malato nei Paesi ad alto reddito" come si legge nel loro rapporto "I benefici di diagnosi e interventi tempestivi". Ma che cosa è la malattia di Alzheimer? Lo spiega bene l'AIMA (Associazione Italiana Malattia di Alzheimer) che per il 21 settembre oltre alle tante iniziative in molte piazze d'Italia (vedi su alzheimer-aima.it) proprio quel giorno farà una "Apertura straordinaria della Linea Verde Alzheimer dalle ore 6 alle ore 24". La malattia di Alzheimer (chiamata così in onore di Alois Alzheimer, neuropsichiatra tedesco, che per primo la descrisse) "è la forma più frequente di demenza, intendendo con questo termine quel gruppo di malattie caratterizzate da un progressivo declino della memoria e di altre funzioni cognitive, tale da interferire con le attività della vita" (http://is.gd/kMwx1H). Nel lavoro di informazione sulla malattia c'è però ancora molto da fare dato che, sempre secondo il Rapporto Mondiale Alzheimer 2011, la maggior parte degli attuali 36 milioni di persone colpite dalla malattia nel mondo non beneficiano non solo dei trattamenti specifici ma anche di informazioni.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: