le notizie che fanno testo, dal 2010

Associazioni consumatori aderiscono al "Manifesto per l'energia del futuro"

"Le Associazioni di consumatori - Adiconsum, Altroconsumo, Cittadinanzattiva, Movimento Consumatori e Movimento Difesa del Cittadino - aderiscono al 'Manifesto per l'energia del futuro' e si impegnano - insieme alle Società promotrici Edison, ENGIE, Sorgenia, E.ON", si rivela in un comunicato.

"Le Associazioni di consumatori - Adiconsum, Altroconsumo, Cittadinanzattiva, Movimento Consumatori e Movimento Difesa del Cittadino - aderiscono al 'Manifesto per l'energia del futuro' e si impegnano - insieme alle Società promotrici Edison, ENGIE, Sorgenia, E.ON - per consentire a cittadini e imprese di godere finalmente dei benefici di un mercato pienamente competitivo, senza l'esclusione di nessuno" viene diffuso in un comunicato.
Da Altroconsumo si specifica inoltre: "Al centro dell'attenzione il consumatore in un'ottica di scelte libere e consapevoli. Il Manifesto - presentato lo scorso dicembre a Roma e sottoscritto dai principali operatori del settore - sta dando luogo ad un dibattito che coinvolge i rappresentanti dei consumatori, delle istituzioni e aziende di diversi settori. Punto fondamentale è la richiesta di stabilire un quadro di regole semplici ed efficaci per un mercato dell'energia più aperto, che consenta ai consumatori di risparmiare e rendersi protagonisti consapevoli delle proprie scelte e agli operatori di innovare e sviluppare il mercato."
"In un contesto in cui tecnologie - si evidenzia -, modelli di consumo e attenzione alla sostenibilità sono in continua evoluzione solo una piena liberalizzazione del mercato finale dell'energia accompagnata da strumenti contrattuali che assicurino ai clienti trasparenza, sicurezza e maggiori tutele rispetto ad oggi, consentirà di offrire servizi più moderni, efficienti e sostenibili, oltre a prezzi più flessibili e competitivi."
"Hanno già espresso il proprio sostegno al Manifesto anche grandi aziende che operano in altri settori - si riporta in ultimo -, e rappresentanti del mondo dell'innovazione. Per tutti c'è l'impegno a dare un contributo propositivo alla discussione attualmente in corso in Parlamento sul disegno di legge sulla concorrenza. Nelle prossime settimane ci saranno ulteriori momenti di confronto aperti al contributo, agli stimoli e alle idee di quanti credono in un mercato innovativo e competitivo e più attento alle reali esigenze e ai bisogni dei consumatori."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: