le notizie che fanno testo, dal 2010

Del Torchio: in Alitalia 2.200 saranno licenziati. Filt Cgil: scorretto

L'amministratore delegato di Alitalia annuncia che, dopo la firma con Etihad, cisaranno 2.200 licenziamenti, perché esclude la possibilità di una cassa integrazione a rotazione o di contratti di solidarietà per salvare i posti di lavoro. Mauro Rossi della Filt Cgilm replica: "Non mi viene in mente un aggettivo diverso da 'scorretto' ".

Cominciano a delinearsi i numeri dell'accorso Alitalia-Etihad, e non tutti sono positivi. L'amministratore delegato dell'ex compagnia di bandiera, Gabriele Del Torchio, sostiene che Etihad investirà 560 milioni per entrare in Alitalia e che ci saranno 2.200 esuberi "strutturali". Del Torchio esclude però che ci sarà la possibilità di una cassa integrazione a rotazione o di contratti di solidarietà per salvare i posti di lavoro. A margine della presentazione del rapporto Enac, Gabriele Del Torchio annuncia infatti seccamente che "2.200 dipendenti dovranno uscire dall'azienda". Duro il commento di Mauro Rossi della Filt Cgil, che replica all'ad di Alitalia: "Si sbaglia di grosso nel merito e nel metodo. - aggiungendo - Mentre sono ancora in corso le interminabili trattative con le banche Del Torchio dà per inevitabili oltre duemila licenziamenti". Il sindacalista conclude: "Non mi viene in mente un aggettivo diverso da ‘scorretto’ con riferimento al bombardamento mediatico sugli esuberi attivato da ieri dall’ad di Alitalia".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: