le notizie che fanno testo, dal 2010

Alitalia Etihad: firmato l'accordo. James Hogan: compagnia sarà "più sexy"

Arriva la firma all'accordo tra Etihad e Alitalia. Il Ceo di Etihad, James Hogan, afferma: Non ci sono ricette semplici, noi abbiamo un piano triennale per tornare alla redditività. Tra queste "ricette" anche quella di rendere la ormai quasi ex compagnia di bandiera "più sexy".

Etihad investirà ufficialmente in Alitalia 1,758 miliardi di euro. Arriva la firma all'accordo tra le due compagnie, con il Ceo di Etihad, James Hogan, che afferma: "Alitalia è adatta ad essere nostro partner ma dal punto di vista finanziario non funziona bene: non ci sono ricette semplici, noi abbiamo un piano triennale per tornare alla redditività. Vogliamo costruire e crescere insieme". Tra queste "ricette" anche quella di rendere la ormai quasi ex compagnia di bandiera "più sexy", annuncio questo che mette forse in allarme qualche hostess. "Dopo tante turbolenze possiamo avviare un percorso di navigazione aerea che mi auguro serena e sicura" sottolinea invece l'ad di Alitalia, Gabriele Del Torchio, durante la presentazione dell'alleanza con Etihad, confermando anche il fatto che l'assemblea degli azionisti ha approvato l'aumento di capitale da 300 milioni. All'aeroporto di Fiumicino, invece, si registrano meno disagi di quelli temuti ieri. Nessuna assenza di massa ma diversi disagi per la riconsegna dei bagagli. La Procura della Repubblica di Roma ha aperto un fascicolo d'inchiesta sulla vicenda dei bagagli bloccati nell'aeroporto di Fiumicino, senza ipotizzare però alcun reato per il momento. Nel fascicolo potrebbero confluire tutti gli esposti presentati dalle associazioni dei consumatori e dai cittadini stessi. Il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, dichiara comunque che "l'allerta resta continua" avvertendo che non saranno accettate forme di protesta nel corso del weekend con "scioperi bianchi o certificati di malattia falsi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: