le notizie che fanno testo, dal 2010

Negoziati Grecia UE, Tsipras: qualcuno vuole far saltare l'accordo

i negoziati tra la Grecia ed i suoi creditori (UE, BCE, FMI) sembrano essersi arenati nuovamente. Prima dell'ennesima riunione d'emergenza a Bruxelles, il premier Alexis Tsipras rivela che alcune istituzioni non hanno accettato le misure proposte da Atene, ed ipotizza: "Questa presa di posizione suggerisce che c'è chi non vuole raggiungere un accordo oppure che qualcuno serve interessi specifici in Grecia".

Sembra essere giunti al rush finale ma a quanto pare i negoziati tra la Grecia ed i suoi creditori (UE, BCE, FMI) sembrano essersi arenati nuovamente. Prima dell'ennesima riunione d'emergenza a Bruxelles, il premier Alexis Tsipras ha infatti affermato che alcuni creditori non hanno accettato le proposte greche per sbloccare gli aiuti. Nella mattinata, Tsipras ha infatti scritto su Twitter: "L'insistenza di alcune istituzioni a non accettare misure parametriche non era mai accaduto prima - né per l'Irlanda, né per il Portogallo". Tsipras ha quindi aggiunto che "questa presa di posizione suggerisce che c'è chi non vuole raggiungere un accordo oppure che qualcuno serve interessi specifici in Grecia". L'accordo deve essere raggiunto entro il 30 giugno, giorno in cui la Grecia deve saldare il debito contratto con il Fondo Monetario Internazionale pari a circa 1,6 miliardi di euro. Senza accordo, inoltre, Atene non riceverà nessun altro aiuto finanziario, andando in default. Lunedì i leader europei riuniti in un vertice di emergenza hanno accolto con favore le proposte della Grecia, che prevede un pacchetto di misure con un aumento delle tasse solo per le fascie di reddito più alte, ma hanno lasciato intendere che l'ultima parola spetta alla Troika.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: