le notizie che fanno testo, dal 2010

Raggi non ha detto incarichi ricevuti da Asl Civitavecchia: se indagata è ineleggibile, dice Morani (PD)

"Perché la candidata grillina Virginia Raggi è venuta meno a uno dei must del MoVimento 5 Stelle e, violando la legge sulla trasparenza, ha omesso di dichiarare gli incarichi ricevuti dalla Asl di Civitavecchia nel 2013 e nel 2014?", domanda in una nota Alessia Morani del Partito Democratico.

"Dopo il giustizialismo a giorni alterni - riflette in un comunicato Alessia Morani, esponente PD -, pare che Virginia Raggi abbia inaugurato anche il filone della trasparenza ad anni alterni. Perché la candidata grillina è venuta meno a uno dei must del MoVimento 5 Stelle e, violando la legge sulla trasparenza, ha omesso di dichiarare gli incarichi ricevuti dalla Asl di Civitavecchia nel 2013 e nel 2014?".
"Ci pare una 'svista' molto grave, non solo per un fatto di coerenza rispetto ai principi tanto sbandierati dai 5 Stelle ma, soprattutto, perché la Raggi corre il serio rischio di essere indagata e quindi di violare la legge Severino ancora prima di essere eletta sindaco. - preicsa la deputata dem - Possono permettersi la città di Roma e i suoi problemi l'incognita di un primo cittadino potenzialmente sotto indagine a poche settimane dall'insediamento? Dal momento che la Casaleggio Associati e il direttorio ha il potere di graziare, come successo con Nogarin, o di espellere i sindaci indagati (vedi Quarto), i romani hanno il diritto di sapere che cosa deciderebbero nel caso in cui la Raggi risultasse sotto indagine."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: