le notizie che fanno testo, dal 2010

Caso Moro, Grassi (PD): Renzi si impegni per desecretare atti classificati

Gero Grassi, vicepresidente dei deputati del PD e promotore della proposta di istituire una Commissione d'inchiesta sul caso Moro, lancia un appello a Matteo Renzi perché si adoperi concretamente "affinché sia desecretata tutta la documentazione del 'caso Moro' ancora indisponibile".

Ricordando che "alcuni anni fa Matteo Renzi e Lapo Pistelli scrissero un libro dal titolo 'Le Giubbe Rosse non hanno ucciso Moro' ", Gero Grassi, vicepresidente dei deputati del PD e promotore della proposta di istituire una Commissione d'inchiesta sul caso Moro, lancia un appello al Presidente del Consiglio perché si adoperi concretamente "affinché sia desecretata tutta la documentazione del 'caso Moro' ancora indisponibile (non c'è segreto di Stato ma si tratta di carte classificate)". Siamo convinti che Matteo Renzi "abbia interesse a contribuire alla verità storica sul rapimento e l'omicidio di Aldo Moro" sottolinea Grassi, sottolineando che il desecretamento degli atti ancora classificati sarebbe un modo per "consegnare agli italiani la verità sui misteri che ancora pesano sull'evento più tragico della storia repubblicana". Il deputato del PD aggiunge inoltre come "questo gesto darebbe coraggio a chi ancora lavora all'interno degli apparati istituzionali e potrebbe ancora offrire una testimonianza ma non lo fa per paura di restare isolato. - evidenziando - L'ex ispettore Enrico Rossi, che recentemente ha riferito alcuni aspetti importanti della dinamica di Via Fani, ha fatto un'azione civile che va apprezzata: e nel suo caso, al di là della possibilità che gli inquirenti avranno di fare accertamenti, pare che nessuno continuò l'indagine dopo la sua scelta di andare in pensione".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: