le notizie che fanno testo, dal 2010

Delitto Garlasco: no revisione processo, ma perché Alberto Stasi non l'ha ancora chiesto

La Corte d'Appello di Brescia dichiarato il non luogo a procedere "in ordine alla revisione" del processo contro Alberto Stasi ma solo perché "non risulta avanzata al riguardo alcuna istanza da parte dei soggetti eventualmente legittimati"

Per il momento non ci sarà alcuna revisione del processo nei confronti di Alberto Stasi, condannato in via definitiva a 16 anni di carcere (che sta scontando in quello di Bollate) per l'omicidio della fidanzata Chiara Poggi.

La Corte d'Appello di Brescia ha infatti dichiarato il non luogo a procedere "in ordine alla revisione della sentenza di condanna definitiva" ma "per la semplice ragione che non risulta avanzata al riguardo alcuna istanza da parte dei soggetti eventualmente legittimati". In altre parole, non c'è stato alcun rigetto ma la semplice constatazione da parte dei giudici di non poter prendere una decisione riguardo alla revisione perché nessuno ancora l'ha chiesta formalmente.

Alla Corte infatti "non risulta alcuna richiesta" di revisione da parte della difesa di Alberto Stasi, che invece ha solo depositato alla Procura Generale di Milano "gli esiti delle investigazioni difensive" chiedendo "nuove "indagini" sul delitto di Garlasco.

La procura ha finora indagato, come atto dovuto, un amico del fratello di Chiara Poggi poiché secondo la difesa di Alberto Stasi ci sarebbe il suo DNA sotto le unghie della ragazza trovata morta nella villetta di Garlasco.

© riproduzione riservata | online: | update: 24/01/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Delitto Garlasco: no revisione processo, ma perché Alberto Stasi non l'ha ancora chiesto
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI