le notizie che fanno testo, dal 2010

Si arrende e libera ostaggio uomo barricato in Agenzia Entrate

Si è arreso ed ha liberato l'ostaggio l'uomo che per circa 6 ore è rimasto barricato, armato, all'interno dell'Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia, nella provicia di Bergamo.

Si è risolta per fortuna senza conseguenze gravi l'azione compiuta da un impenditore di circa 50 anni, che nel pomeriggio di giovedì 3 maggio si era barricato (http://is.gd/DnkLt7) per ore all'interno degli uffici dell'Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia, nella provicia di Bergamo.
L'uomo, spinto da una presunta situazione debitoria che lo assillerebbe, è entrato poco prima che l'Agenzia delle Entrate chiudesse armato di un fucile a pompa e due pistole. Dopo aver sparato un paio di colpi sul soffitto, senza ferire nessuno, ha rilasciato tutte le persone che si trovavano all'interno dell'ufficio, clienti e personale, tranne un dipendente.
Per circa 6 ore l'uomo è rimasto asseragliato all'interno dell'Agenzia delle Entrate, e nonostante l'immediato intervento di un mediatore dei carabinieri, che si è anche offerto di rimanere al posto dell'ostaggio, ad un certo punto si è temuto necessario un blitz delle teste di cuoio.
Ma l'imprenditore non aveva "alcuna intenzione di fare male", come sottolinea il comandante provinciale dei carabinieri di Bergamo, Roberto Tortorella, tanto che l'ostaggio ha potuto anche mandare un sms alla compagna per rassicurarla delle sue consizioni.
L'uomo chiedeva in realtà di parlare con i giornalisti per raccontare la sua storia imprenditoriale, su cui penderebbe una cartella esattoriale, minacciando di suicidarsi.
Alla fine, intorno alle 21:30, il 50enne si è per fortuna arreso, liberando l'ostaggio (condotto in ospedale in stato di shock) e uscendo dagli uffici dell'Agenzia delle Entrate ammanettato, per essere condotto nella caserma degli uomini dell'Arma.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: