le notizie che fanno testo, dal 2010

Redditometro 2013: Agenzia Entrate renda note modalità di calcolo

L'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma chiede sul Redditometro un "urgente confronto construttivo con Agenzia delle Entrate" e che si rendano note in dettaglio "tutte le modalità di calcolo e tutte le variabili statistiche utilizzate" dallo strumento di accertamento.

Mario Monti aveva promesso, quasi come fosse uno "slogan", appena entrato in campagna elettorale che "in soli 13 mesi abbiamo dimostrato quanto si potrà fare nei prossimi 5 anni"; tanto che a qualcuno il Redditometro 2013, con le sue 100 voci di spesa è parso un "antipasto" dell'Italia montian che verrà. Mentre Giulio Tremonti propone i suoi "strumenti difensivi" contro il "Redditometro 2013" lanciato la viglia di Natale da Mario Monti, consigliando impugnazioni al TAR e nelle Commissioni tributarie), ecco che anche l'Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma si dice "disponibile a lavorare insieme per migliorare il nuovo strumento di accertamento". In una nota stampa dove l'ODCEC di Roma chiede sul Redditometro un "urgente confronto construttivo con Agenzia delle Entrate" si legge come i commercialisti della capitale si aspettino "un confronto tra fisco e contribuente caratterizzato da buona fede e permeato dalla massima serenità degli attori coinvolti". Osserva l'ODCEC di Roma: "L'elevata importanza attribuibile a questo strumento di accertamento, che utilizzando l'informatica e la statistica potrà aiutare a contrastare il grave fenomeno dell'evasione fiscale, non potrà e non dovrà essere messa in discussione da polemiche che finiscono per essere utili solo agli interessi degli evasori". Mario Civetta, presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma afferma: "L'Ordine dei Commercialisti Roma è disponibile, soprattutto nel primo periodo di rodaggio dello strumento, a collaborare con l'Agenzia delle Entrate per un produttivo confronto volto ad assicurare che l'utilizzo del nuovo redditometro conduca a risultati aderenti alla realtà dei fatti e rispettosi delle peculiarità delle singole fattispecie". E nel comunicato l'ODCEC di Roma sottolinea: "In questa prospettiva, l'Ordine di Roma auspica che l'Agenzia delle Entrate renda note in dettaglio tutte le modalità di calcolo e tutte le variabili statistiche utilizzate per il funzionamento del nuovo strumento di accertamento, onde consentire una piena difesa del contribuente in ossequio ai principi costituzionali che presidiano la parità delle parti in giudizio".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: