le notizie che fanno testo, dal 2010

Afghanistan: morta funzionaria OIM, ferita in attacco dei talebani a maggio

E' morta la funzionaria dell'OIM (Organizzazione internazionale per le migrazioni) rimasta ferita a fine maggio in un attacco rivendicato dai talebani a Kabul (Afghanistan) nei pressi del City Center, in un'area dove hanno sede ministeri, organizzazioni internazionali e ambasciate. Cordoglio da Napolitano, Enrico Letta e Laura Boldrini.

Purtroppo non ce l'ha fatta Barbara De Anna, la funzionaria dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) ferita a fine maggio a seguito di in attacco da parte dei talebani a Kabul (Afghanistan), nel pressi del City Center, in un'area dove hanno sede ministeri, organizzazioni internazionali e ambasciate. Stando alle prime indiscrezioni, Barbara De Anna non aveva riportato ferite da arma da fuoco ma ustioni molto gravi ed estese, anche se finora le sue condizioni parevano stabili, per quanto comunque gravi. Oggi la notizia invece della morte di Barbara De Anna, che dopo le prime cure ricevute a Kabul presso l'ospedale di Emergency era stata trasportata nella struttura sanitaria della base militare americana di Ramstein, in Germania. Cordoglio da parte di Giorgio Napolitano che ricorda "lo spirito di sacrificio e di attaccamento al dovere" di Barbara De Anna. In un telegramma di cordoglio, il Presidente della Repubblica scrive: "Nel momento in cui Barbara De Anna si è spenta dopo una disperata lotta per la vita, rendo omaggio con intensa commozione, a nome dell'intera nazione italiana, al suo generoso impegno e al suo estremo sacrificio. Barbara era a Kabul come funzionaria dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni. Era impegnata a sostenere ed aiutare il popolo afghano come tanti altri italiani, civili e militari. - concludendo - Sono grato a quanti si sono prodigati per assisterla con ogni possibile mezzo dopo il tragico attentato di cui era rimasta vittima. Oggi non rimane che stringersi intorno alla famiglia e onorarne la luminosa figura".

Un saluto commosso arriva anche dalla Presidente della Camera Laura Boldrini che su Facebook scrive: "Suscita grande dolore, oggi, la notizia della morte di Barbara De Anna, avvenuta a seguito di un attacco in cui erano state uccise altre tre persone, cittadini afgani. Ma altrettanto grande è l'ammirazione per una vita come la sua, spesa ad affermare i valori della solidarietà, della convivenza, della pace". Laura Boldrini quindi aggiunge: "La cooperazione svolge un ruolo prezioso nel costruire ponti di dialogo tra i popoli e le culture, anche se il suo lavoro finisce per bucare il silenzio quasi soltanto in occasioni tragiche come quella odierna.
Eppure dobbiamo soprattutto a queste donne e uomini, al loro impegno quotidiano - lontano da casa e spesso in condizioni molto difficili - la speranza che la pace possa farsi strada anche nelle zone più devastate dai conflitti. Come l' Afghanistan nel quale la cooperante italiana ha trovato la morte. - concludendo - Esprimo ai suoi familiari le condoglianze più sentite da parte mia e di tutta la Camera dei Deputati, e spero che possano avvertire anche la forte gratitudine che il Paese deve a Barbara De Anna".

Esprime cordoglio per la morte di Barbara De Anna anche il premier Enrico Letta, a nome di tutto il governo, precisando: "Siamo vicini ai familiari e a tutti i suoi cari, una vicinanza che significa anche la gratitudine dell'intero Paese nei confronti di quanti, come testimoniato da Barbara De Anna, si impegnano coraggiosamente ogni giorno, anche nelle aree più difficili del mondo, per dare concretezza alla cooperazione e alla solidarietà tra i popoli".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: