le notizie che fanno testo, dal 2010

AIDS vaccino, Fazio: studio da finanziare con modalità da verificare

Il 1 dicembre è la Giornata Mondiale per la lotta contro l'AIDS e come spiega il presidente dell'ISS (Istituto che detiene 10 brevetti sul vaccino contro l'AIDS) "il dovere dei politici e degli scienziati è pensare all'eradicazione del virus HIV".

Il 1 dicembre è la Giornata Mondiale per la lotta contro l'AIDS è il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, ha tenuto a precisare, durante un incontro organizzato dal Ministero della Salute e Istituto superiore di sanità (ISS), che l'Italia è stato uno dei primi Paesi "a capire l'AIDS e ad impegnarsi come governo e classe scientifica sul piano della prevenzione e del vaccino".
Il Ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità (ISS) snocciola poi un po' di dati spiegando che in Italia il virus HIV infetta una persona ogni due ore, specificando poi che le nuove infezioni sono circa 4.000 ogni anno (basta fare una semplice moltiplicazione) e le persone sieropositive sono circa 150.000.
Di queste, 22.000 avrebbero l'AIDS anche se ogni anno si ammalano 4.000 persone in meno, grazie ai farmaci antiretrovirali anche se ormai sembra che si voglia puntare sul cosiddetto "vaccino terapeutico", che è ancora in fase di sperimentazione all'ISS attraverso il gruppo di lavoro coordinato dalla dottoressa Barbara Ensoli, che i primi di novembre aveva reso noto che il progetto non aveva "più fondi per completare la fase II".
In occasione dell'incontro organizzato dall'ISS il Ministro della Salute Ferruccio Fazio ha quindi sottolineato che la ricerca sul vaccino "è uno studio che il governo continuerà a finanziare in modalità da verificarsi".
Quel che è certo è che l'ISS detiene ben 10 brevetti sul vaccino contro l'AIDS che potranno eventualmente anche essere venduti ad aziende private quando potrà essere messo in commercio, se la sperimentazione porterà naturalmente a dei risultati, anche se si auspica che un tale rimedio rimanga in mani pubbliche visto che "il dovere dei politici e degli scienziati è pensare all'eradicazione del virus HIV" come ha osservato il presidente dell'ISS, Enrico Garaci.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: