le notizie che fanno testo, dal 2010

AIDS: stop con i farmaci a vita? Ma per la ricerca, servono fondi

Dei ricercatori dell'ISS spiegano che in futuro i pazienti sieropositivi potrebbero non dover più assumere per tutta la vita i farmaci per non contrarre l'AIDS. Ma per la ricerca, sottolineano, servono fondi.

Un team di ricercatori dell'Istituto superiore di sanità (ISS) sembra aver trovato una nuova terapia per i pazienti affetti da AIDS.
Il nuovo cocktail di medicinali parrebbe in grado di "educare" il sistema immunitario, rendendo capace, se non di combattere, almeno di tenere sotto controllo il virus dell HIV in assenza di trattamente farmacologico.
In altre parole, i pazienti sieropositivi non sarebbero più legati ai farmaci antiretrovirali a vita.
Sembra che ricercatori della ISS abbiano infatti messo a punto una terapia che, se interrotta, non permetterebbe comunque al virus dell'HIV di "distruggere" il sistema immunitario, perché gli anticorpi in qualche maniera lo riconoscerebbero, probabilmente riuscendo a non farlo moltiplicare.
"A seguito all'interruzione della terapia il virus prova ad 'eludere' il controllo immunitario, ma è ricacciato costantemente a livelli bassi. Ne consegue che la carica virale, a seguito della interruzione della terapia, si mantiene a livelli nettamente più bassi rispetto a quelli precedenti il trattamento", spiega Andrea Savarino, a capo del team che sta sperimentando il nuovo cocktail sui macachi.
Per adesso, comunque, tutto rimane nel campo della ricerca scientifica, per la quale sono necessari "altri enti finanziatori", come sottolineano i ricercatori dell'ISS.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: